#JesusChristSuperstar di MASSIMO ROMEO PIPARO (@PeepArrow) on the stage of theatre Sistina

JCS-pergamena

TUTTA LA ROCK BAND SUL PALCO DEL SISTINA CON TED NEELEY (@TedNeeley), SIMONA MOLINARI (@SimonaMolinari) E #SHELSHAPIRO 

I Negrita (@negritaband) sul palcoscenico del Teatro Sistina con Ted Neeley (@TedNeeley), il Gesù originale di “Jesus Christ Superstar” nella versione evento di Massimo Romeo Piparo. 

Per la prima volta una rock band italiana sarà protagonista di un Musical, l’intera band dei Negrita, infatti, sarà sul palco insieme all’orchestra diretta dal M° Emanuele Friello, ed eseguirà la colonna sonora che ha appena festeggiato 40 anni di irripetibile successo. Il frontman Pau presterà voce e corpo al controverso personaggio di Ponzio Pilato.

Ma il cast di questa versione evento non finisce di annoverare vere e proprie “perle” della scena musicale italiana: nel ruolo di Maria Maddalena ci sarà Simona Molinari, vera rivelazione del “nostro” jazz e in quello di Caifa  Shel Shapiro, autore di alcune tra le più belle pagine della musica italiana.

Dal prossimo 18 aprile, giorno del Venerdì Santo Ted Neeley, i Negrita, Simona Molinari e Shel Shapiro saranno tutti insieme sul palco per dar vita alla più grande opera rock di tutti i tempi, uncast d’eccezione che non mancherà di richiamare l’attenzione di tutti gli appassionati di Musica e di Teatro.

Jesus Christ Superstar, il capolavoro di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice, è ormai passato alla storia come uno dei Musical più famosi e amati di tutti i tempi.

La versione italiana in lingua originale firmata da Massimo Romeo Piparo, autore e regista celebrato all’estero per il suo straordinario stile innovativo, compie 20 anni e vanta ormai numerosi record e grandi numeri: tre diverse edizioni, 11 anni consecutivi in cartellone nei Teatri italiani dal 1995 al 2006, oltre 1.000.000 di spettatori, più di 100 artisti che si sono alternati nel cast, 19 regioni e più di 1.000 rappresentazioni in 84 città italiane. Nell’anno della beatificazione di Giovanni Paolo II, con questa nuova versione evento e con Ted Neeley, colui che diede una impronta mitica e indelebile al ruolo di Gesù nello storico successo cinematografico di Norman Jewison del 1973, Piparo riesce a consegnare definitivamente alla “Storia del Teatro italiano” la propria edizione dell’Opera, avendo avuto il privilegio di dirigere sui palcoscenici italiani entrambe le star del film: in occasione del Santo Giubileo dell’Anno 2000, infatti, fu il compianto Carl Anderson- il Giuda nero del film- a interpretare il ruolo per due anni di trionfali successi.

Print Friendly, PDF & Email