#Sanremo 2014 : Claudio Baglioni (@ClaudioBaglioni) dalla cantina al Cantiere per costruire nuovi Edifici di Musica

festival-di-sanremo-ospiti-claudio-baglioni

Grande ovazione per Claudio Baglioni  (@ClaudioBaglioni) che torna dopo tanti anni sul palco del Festival di Sanremo tradendo, per la seconda volta,  il suo santo preferito: San felice da Cantalice.

Torna per rispetto alla amicizia di lungo corso che vanta con Fabio Fazio che lo ha chiamato in aiuto a questa sua nuova impresa sanremese, decisamente titatica ma non troppo. Sarà la crisi, sarà che passata la prima puntata basterebbe mettere le registrazioni delle edizioni passate tra un gruppo di canzoni e l’altro per risparmiare soldi e danari.

Claudio che a breve partirà con il suo tour “Con-Voi” sembra sentirsi a suo agio sul palco, parla spedito e pare abbia le idee chiare sul concetto  che mette al centro del mondo l’esigenza di coltivare la bellezza che è nelle cose.

Esortato da Fazio fa però di più.

E ciò anche se esordisce affermando che il palco di Sanremo non lo ama affatto sarà che su un rettangolo mai abbastanza  grande si incrociano  tante, troppe speranze e,  al margine di esso  accadono  fatti che suscitano – evidentemente – timori.

Detto questo Claudio, gettando una parola di conforto sul povero (ma poi non tanto) Fabio ci tiene a dire qualcosa in più del suo nuovo tour “Con- Voi” tra poche ore  al via.

Il concetto che vuole portare avanti richiede l’uso dei caschi perchè CON-VOI è pensato come un cantiere (del resto è architetto, n.d.r.). Proprio  lui che amava le cantine degli esordi. I caschi servono a ricostruire il desiderio di fare, edificando,   non solo mettendo concetti,  attenzioni, pensieri gli uni accanto agli altri, ma anche  in pila per dare  vita ad una costruzione  senza mattoni: chè poi è la non materia di cui è fatto l’edificio della Musica, quella con la M maiuscola.

Parlando della bellezza, spronato da Fazio ci tiene a dire che la ricerca della bellezza è un spinta in più nella direzione del fare. E ancora. un viaggio verso le emozioni.

L’esibizione di Claudio Baglioni che aveva fatto precedere le sue parole dal medley “Q.p.g.a. – AvraiMille giorni di te e di me” si conclude con l’esecuzione del brano che dà il titolo all’ultimo lavoro discografico di Claudio,  “Con-Voi“, ora diventato un tour già sold out prima ancora di partire. Appuntamento tra vent’anni.

di Giovanni Pirri

Print Friendly