Addio Maestro. Scompare Francesco Di Giacomo

digiacomoA volte verrebbe voglia di urlare e di non smettere di farlo per ore se solo la gola riuscisse reggerne il carico. Soprattutto quando ricevi notizie che ti lasciano il segno. E’ morto questa sera Francesco di Giacomo, voce storica del banco, voce unica dell’anima pensante di un uomo cantautore senza confini.

Dalle prime ricostruzioni sembra che Francesco, vittima di un malore abbia perso il controllo dell’auto schiantandosi di fatto contro una Rover che sopraggiungeva nella direzione opposta.

Di Giacomo era nato a Siniscola il 22 agosto 1947. L’incidente, riporta ilmessaggero.it. è avvenuto in via Valle del formale, all’altezza del centro sportivo. Tutto è successo intorno alle 18 Alla guida dell’altra auto un uomo che miracolosamente non avrebbe riportato gravi ferite. Di Giacomo, che viaggiava da solo, è morto durante il trasporto all’ospedale di Palestrina.

La sua carriera di uomo finisce così, per volere del fato, lo stesso che per suo volere lo spinse a seguire un gruppetto di quartiere  che suonava e subito lo notò tanto da spingerlo a cantare un pezzo. Fu tale l’impressione che suscitò che poco più avanti, all’epoca aveva solo sedici anni, forte di quella esperienza positiva fu spronato a formare  con dei ragazzi un piccolo gruppo con cui andare  a suonare in parrocchia più scapigliati più che mai. E tutto ebbe inizio.

Addio caro Francesco e scusa lo sfogo: siamo così stufi di sentirci dei mollati, mollati dalla vita che è propria dei grandi artisti  grandi proprio come te.

Ti vogliamo ricordare con questa nostra intervista

di Giovanni Pirri

Print Friendly, PDF & Email