"THIRD" primo album ufficiale di "Shiva Bakta" (@ShivaBakta) esce il 19 marzo 2014 per la nuova realtà discografica “Gente Bella”

ShivaBakta_3rd_artwork_HIRES(@ShivaBakta)

Esce il 19 marzo 2014 il primo album di un artista italiano dal potentissimo culto sotterraneo: Shiva Bakta, al secolo Lidio Chericoni da La Spezia. Le sue musiche circolano nel sottopelle dell’indipendenza italiana da anni; il suo twitter corrosivo è seguitissimo; la sua partecipazione live al MI AMI 2010 è stata una fulgida gemma misconosciuta. Inoltre, l’album sarà la prima produzione di una nuova realtà (non solo) discografica milanese ovvero “Gente Bella” ideata e creata da Daniele Lanzara, storico tecnico del suono della Hukapan di Elio e le Storie Tese.

Un album originariamente pensato come concept (sono ancora evidenti i richiami armonico/melodici/strutturali di alcuni brani, dove il numero 3 ritorna in varie forme), e che in definitiva restituisce 10 diversi modi di immaginare il folk, la psichedelia e il pop. Il disco è suonato e cantato da: Lidio Chericoni (chitarre acustiche, piano elettrico, tastiere, basso, voci), Simone Cavina (Junkfood, Incident on South Street, IOSONOUNCANE: batteria e percussioni), Federico Fantuz (Beatrice Antolini, Incident on South Street: chitarre elettriche ed effetti), Daniele Lanzara (basso in Mushroom; Dog; You should be happy; Homeless), Mercedes Casali (seconda voce in You should be happy) e Michele Rusconi (banjo in Dog).

La copertina, frutto di un fortunato concorso lanciato dalla propria pagina Facebook, è stata realizzata da Alessandro di Sorbo.


ShivaBakta

Shiva Bakta è l’alter ego di Lidio Chericoni, nato in Argentina 35 anni fa e stabilmente italiano da 34. Nasce nel gennaio 2008 dopo alcuni mesi passati a scrivere canzoni per chitarra e voce. L’influenza principale sono gli anni ’60 e ‘70 (Donovan, Jefferson Airplane, CSNY), ma anche esperienze acustiche più recenti (Belle and Sebastian, Devendra Banhart).
In meno di un anno raccoglie 13 tracce registrate con mezzi di fortuna casalinghi in una sorta di album che, anche se non diventerà mai ufficiale, gli permette di fare concerti da solo, nonché un mini-tour come spalla agli Yuppie Flu. Le ambizioni più polifoniche, rock, epiche, psichedeliche lo portano a formare una band che dura il tempo di un concerto, al festival Mi Ami del 2010, prima che il trasloco da Bologna a Milano ne blocchi l’attività per due anni.

In questo periodo mette ordine al materiale scritto nei precedenti anni di intensa attività: da qui escono le 10 canzoni che costituiscono Third, il terzo album scritto, il secondo che sarà reso pubblico, e il primo ufficiale.
La band che porterà live il progetto è attualmente costituita da lui e da due dei migliori musicisti in circolazione: Simone Cavina e Federico Fantuz.

http://shivabakta.wordpress.com/
https://www.facebook.com/pages/Shiva-Bakta/128754380482480

Print Friendly, PDF & Email