"FIBERGLASS": dall'album "HUSH" Il video di "Baby's Got"

Fiberglass

Dopo l’anteprima in free download del primo estratto “Pairs” e l’ EP “Fiberglass:Winter files” in esclusiva per Rockit – sempre in free download – ecco a voi il secondo estratto dall’album “HUSH“. 
Baby’s Got è il secondo brano che i Fiberglass diffondono in rete supportato da un video realizzato affidandosi ad una carrellata di improbabili attori raccolti sul web.

L’idea del video è nata da un extra-low budget e da una passione per il sito Fiverr.com, dove gli utenti si filmano in mini-performance spassose ed un po’ sopra le righe. La scommessa è stata consegnare il brano Baby’s Got ad una collezione di personaggi eccentrici provenienti da tutto il mondo, con un risultato potenzialmente imprevedibile.
Le clip sono state raccolte e montate, ottenendo una involontaria parodia dei classici lip-sync videos, dal gusto inequivocabilmente trash. Tutti i partecipanti sono stati messi al corrente di quello che andavano a fare e sono citati uno per uno nei titoli di coda con i ringraziamenti della band. In generale un’esperienza molto divertente
.”

I FIBERGLASS, gruppo retro alternative pop napoletano, propone un mix di alternative rock anni 90, flavours elettronici del decennio precedente e moderno brit-pop. Il duo dal background musicale caotico e follemente eterogeneo si definisce come retro alternative pop.”

Fiberglass_small

Fiberglass nasce a Napoli nell’aprile 2013 dall’incontro fra Liz Martin (all’anagrafe Annalisa De Martino), ventottenne cantante / polistrumentista / lyricist con alle spalle esperienza di palco in diverse formazioni blues/jazz, e Luca Thomas D’Agiout, eclettico arrangiatore/compositore specializzato in soundtrack, i cui brani sono stati utilizzati da agenzie pubblicitarie americane e, in Italia, anche da RAI e Mediaset.

Dopo aver collaborato su brani destinati all’advertising, nel giro di un mese i due danno alla luce un disco di 9 tracce dal titolo Hush, che riflette alla perfezione il loro background musicale caotico e follemente eterogeneo, un mix di alternative rock anni ‘90, flavours elettronici del decennio precedente e moderno synth-pop. Pochi giorni dopo il master finale, l’album finisce fra le mani della direzione artistica del Neapolis Festival che decide di proporli nella prima serata come opening act di Tricky. Anche se distante dal suo stile, l’artista londinese apprezza l’aspetto melodico e l’orecchiabilità dei brani, lusingando la neonata band con una richiesta di demo a fine show.

A dicembre 2013 il duo viene selezionato dallo stesso Tricky per eseguire insieme a lui sul palco dell’Atlantico di Roma un brano scritto per il musicista inglese dal titolo Fireflies. Mirando al lato più istintivo dell’ascoltatore, Fiberglass si allontana dalla ricercatezza forzata degli arrangiamenti e punta soprattutto alla fruibilità della propria musica che i due amano definire retro alternative pop.

All tracks written and performed by Liz Martin & Luca Thomas D’Agiout.
Recording & Mixing by Luca Thomas D’Agiout Mastered at Skyline Tonfabrik (Düsseldorf)

Album on iTunes:  http://tinyurl.com/q3f6mn5  

https://soundcloud.com/fiberglassband 

http://www.youtube.com/FiberglassBand 
https://www.facebook.com/fiberglassband 

Print Friendly