ROBERTA DI LORENZO Sabato 8 marzo salirà al Palazzo del Quirinale in occasione della Giornata Internazionale della Donna per il suo impegno artistico contro la violenza di genere

Roberta-Di-Lorenzo_Foto2_b(@RobeDiLorenzo)

Sabato 8 marzo, la cantautrice ROBERTA DI LORENZO, prenderà parte alla celebrazione della “Festa della Donna” che si terrà al Palazzo del Quirinale. La cantautrice è stata invitata per il suo contributo in musica alla tematica della violenza sulle donne con il brano “Polsi”.

 “Polsi”, figlio dell’impegno sociale che ha da sempre caratterizzato la musica e l’arte  di Roberta Di Lorenzo, è stato protagonista nel 2013 del contest omonimo riservato alla miglior sceneggiatura sul tema della violenza di genere, che aveva come base proprio il brano composto e interpretato dalla cantautrice. Nato da un’idea di Giordano Sangiorgi (coordinatore del MEI)il concorso vinto dalla Film Found Family di Andrea Ferrante, è stato premiato dalla senatrice ravennate Josefa Idem (ispiratrice del decreto del Governo Letta contro il femminicidio) al MIC di Faenza (Museo Internazionale delle Ceramiche) durante il MEI.

 

Roberta Di Lorenzo nasce a Termoli dove vive fino all’età di 18 anni. Fin da giovanissima studia pianoforte, chitarra e canto lirico. Nel 2005 esordisce nel mondo della musica entrando a far parte del gruppo vocale “L’una e cinque”, insieme ai quali vince numerosi premi di rilevanza anche internazionale. Nel 2007 conosce quello che è il suo attuale produttore Francesco Venuto insieme a Eugenio Finardi che la sceglie come supporter per i tour dal vivo delle successive due stagioni. Il sodalizio artistico con Finardi sfocia nella produzione dell’album d’esordio della cantautrice, “L’occhio della luna”, pubblicato nel 2010 dall’etichetta discografica EGEA e diffuso su scala nazionale. Anticipato dal singolo “Antigone”, il disco ottiene numerosi consensi da parte della critica, che l’ha definita una rivelazione tra le cantautrici. Nel 2012 Roberta scrive il brano “E tu lo chiami Dio”, presentato al Festival di Sanremo e selezionato per partecipare alla gara con l’interpretazione di Eugenio Finardi. Nello stesso anno la cantautrice pubblica un secondo album “Su questo piano che si chiama terra”, anticipato dal singolo “A causa di Psiche”. 

Ispirato a temi sociali anche l’ultimo singolo di Roberta di Lorenzo “Esaurimento da web”. Brano composto e arrangiato dalla stessa artista e prodotto da Raiser Produzioni Musicali,rappresenta una divertente fotografia del rapporto dei giovani con i social network e di come questo influenzi la loro quotidianità.

 

Print Friendly, PDF & Email