ABEAT RECORDS | "Steppin Out" di Roberto Olzer premiato come MIGLIOR PRODUZIONE 2013 dall'autorevole rivista giapponese JAZZ CRITIQUE

Mario_Caccia_b

E’ il disco “STEPPIN OUT” (Abeat Records/IRD) di Roberto Olzer la migliore produzione strumentale del 2013 per JAZZ CRITIQUE MAGAZINE. L’autorevole rivista audiofila giapponese ha premiato un lavoro tutto italiano firmato dal trio del pianista lombardo, con la produzione artistica di Abeat Records nello studio di registrazione Artesuono di Stefano Amerio.

 Roberto Olzer è un pianista dotato di un linguaggio moderno e personale che si esprime tendenzialmente in maniera dolce e suadente. Il disco è ricco di sonorità classicheggianti e il pianista lombardo mostra tutta la sua padronanza del linguaggio swing esprimendo contemporaneamente grande tensione emotiva. Al fianco di Roberto Olzer troviamo il contrabbassista russo Yuri Goloubev e il batterista Mauro Beggio.

Fondata nel 2001 da Mario Caccia a Solbiate Olona (VA), ABEAT RECORDS ha da sempre prodotto dischi che interpretassero le nuove tendenze della musica jazz ed è stata votata come la miglior etichetta jazz italiana ai JAZZIT AWARDS 2011. Sono numerosi gli artisti del panorama nazionale ed internazionale che hanno realizzato i loro dischi con ABEAT RECORDS. Il catalogo ABEAT RECORDS annovera musicisti del calibro di Max De Aloe, Brian Lynch, Ralph Alessi, Tom Harrell, Don Friedman, Dave Liebman, Drew Gress, Everhard Weber, Bob Mintzer, Javier Girotto, Asha Kaneko, Gaia Cuatro, The Cube, Aldo Romano, Francesco Cafiso, Enrico Pieranunzi, Dado Moroni, Gianni Coscia, Fabrizio Bosso, Emanuele Cisi, Antonio Zambrini, Bebo Ferra, Dedè Ceccarelli, Stephane Belmondo, Andrea Dulbecco, Stefano Bagnoli, Riccardo Fioravanti, Roberto Gatto, Mauro Negri e Giovanni Falzone. Tra i dischi del catalogo di maggior successo di pubblico e critica troviamo “Humanity” del duo formato da Tom Harrell e Dado Moroni, “Haruka” del quartetto nippo-argentino “Gaia Cuatro” guest. Paolo Fresu, e il recente “Face to Face” del duo Fabrizio Bosso & Luciano Biondini.

www.abeatrecords.com

Print Friendly, PDF & Email